Renzi supera Bersani nelle ricerche sul nuovo Google Trends

Secondo lo strumento Google Trends Renzi ha superato Bersani come volume di ricerca ed interesse. Lo dicono i dati di Google Trends, la recente fusione tra i 2 strumenti di statistica Insights e Trends; da una prima analisi il nuovo trends è migliorato come fruibilità, grafica e facilità di analisi.
Questo update permetterà ai marketers più veloci di individuare i trends e cavalcarli rapidamente. Anche lato marketing politico ci sono interessanti applicazioni che ci potrebbero anticipare l’andamento di prossime consultazioni elettorali.  
Ad esempio sono andato a vedere su Google Trends come sono evolute negli ultimi 90 gg in Italia le ricerche delle parole Bersani (in blu) e Renzi (in rosso) e si vede chiaramente come l’interesse ( qui espresso in termini di ricerche su google) verso il sindaco di Firenze ha superato quello verso il leader del Partito Democratico PD.
renzi vs bersani

ricerche renzi vs bersani (25 giu>25 set 2012)


Per chi volesse entrare nel dettaglio, ricordo che i dati nel grafico di Google Trends indicano il numero di ricerche fatte con i termini specifici Renzi e Bersani rispetto al numero totale di ricerche effettuate su Google nei 90 gg. Non rappresentano i valori del volume di ricerca assoluti, in quanto i numeri sono normalizzati su scala da zero a cento. Quando i dati sono insufficienti , viene visualizzato 0 ( quindi Google trends mostra Solo i volumi relativi a ricerche molto frequenti! per sapere i volumi di ricerche “meno frequenti” andate su Google Adwords/ Strumento parole chiave). I numeri accanto ai termini di ricerca sopra il grafico indicano valori di riepilogo o totali.
Anche a livello di singole ricerche correlate in crescita, si conferma che l’interesse Renzi  espresso da chiavi come “adesso renzi” che sono cresciute in modo esponenziale (“break out “). renzi correlate
Le ricerche più frequenti sono termini correlati al termine RENZI. Google determina la relatività esaminando le ricerche condotte da un ampio gruppo di utenti in ITALIA prima e dopo aver utilizzato il termine RENZI (questo in quanto spesso gli utenti fanno multiple ricerche x affinare meglio i risultati e trovare ciò che gli serve). Le ricerche più frequenti vengono anche suddivise automaticamente in categorie (casa, politica, Sport,etc) pertanto potrebbero verificarsi errori di classificazione.

Questo esempio è uno dei possibili modi per usare l’enorme massa dati che ci fornisce Google per fotografare e capire meglio le tendenze sociali ed economiche in essere. In termini di marketing digitale applicato alla politica, forse vale la pena riflettere se un’analisi di trend dettagliata su Google sia più o meno affidabile rispetto ad un sondaggio sulle intenzioni di voto. Per la serie “fra il dire ed il cercare c’è di mezzo il google…”
image_print

Commenti

comments

Ale Agostini

Social & Search Engine Marketing Lover. Writer for HOEPLI ("Trovare clienti con Google"), Marketing Teacher for Iulm & Sole 24 h.
  • Stefano says:

    Grazie Ale

    Interessante spunto per analizzare le stat

    L’analisi è giusta! Poi certo bisognerebbe analizzare le cause precise di questo incremento
    Sono ignorante in statistica, provo però a fare delle ipotesi (e a me piace Renzi 😀 quindi non dite che sono di parte)…

    Bisognerebbe vedere se Renzi ha fatto più interviste in quel periodo di Bersani. Perchè a volte gli stessi giornalisti direzionano l’attenzione più su un personaggio rispetto ad un altro.

    Bisognerebbe analizzare come hanno interferito e in che misura i casi di omonimia in politica – a Rimini ad es. c’è un Renzi molto famoso candidatosi anche alle ultime elezioni da sindaco e che aveva anche lui un “programma”.

    Poi può essere anche che uno che “è con Bersani” e che però vuole sentire cosa ha detto Renzi, va a cercare Renzi… Quindi in sintesi…bisogna vedere anche perchè lo cercano!!! 😀

    A presto

    Stefano