Penalizzazione Google: Pentiti e recupera con il Disavow Link Tool

Grandi novità sul tema Penalizzazione Google: oggi viene rilasciata una nuova funzionalità chiamata Disavow Link Tool disponibile da Google Webmaster tool  che permette di dire al motore di ricerca quali link in ingresso (backlinks) non vanno considerati dal punto di vista del ranking / page rank. La pulizia dei link in ingresso interessa solo chi è colpito da Google Penguin o ha acquistato link o ha ricevuto un link warning in webmaster tool.  

Per richiedere la sconfessione dei link occorre prima analizzare e decidere cosa “rimuovere” (per fare ciò consiglio di scaricarsi la checklist gratuita sulla penalizzazione in google); faccio ciò dovete compilare un file TXT che in ogni riga segnala quali link sconfessare ( potete farlo sia a livello di intero dominio o singole pagine del dominio se il problema è circoscritto).  

Il Disavow Link Tool è trattato come il rel canonical; quindi usatelo solo se necessario,  con grande attenzione e con il supporto di esperti di SEO altrimenti vi lanciate la zappa sui piedi.

uomo che nasconde il volto

Disavow in inglese significa sconfessare:  in pratica dico “caro motore di ricerca, mi pento di avere comprato link (consciamente o meno) e per farmi perdonare ti segnalo i link cattivi in modo che puoi pulire il tuo indice più rapidamente ed in modo efficace” .  
Se lo strumento verrà usato in modo massivo, Google farà un’altra mega retata di siti spam con la collaborazione di esperti SEO e webmaster che per l’occasione si vestiranno  da collaboratori di giustizia.

Commenti

Articoli che potrebbero interessarti

> Tutti gli articoli

Amazon vuole uccidere il tuo e-commerce?

Amazon punta ad uccidere la redditività del tuo e-commerce? Mi sono posto…
Continua a leggere

Fake News: Cosa sapere per SEO e digital

Se come sosteneva Oscar Wilde “l’importante è far parlare di sé”, la…
Continua a leggere

Pubblicità su Facebook: paga l’agenzia o il cliente?

Acquistare la pubblicità su Facebook pone una questione importante per il marketing…
Continua a leggere