Marketing Virale su Youtube: Come Allie è diventato il #2 Video più popolare in Italia.

Riuscire ad avere successo nel Marketing Virale dei video su Youtube è un’arte complessa che richiede tante competenze; questo post analizza ed illustra alcuni ingredienti necessari per generare video virali prendendo ad esempio  il caso “Incidente Incredibile: Automobilista travolto da Tir”, che in meno di 2 mesi ha registrato circa 1 milione di visualizzazioni in Youtube e 106.000 interazioni.

Come potete vedere, lo scopo del video pubblicitario è promuovere la sicurezza stradale (mai scendere dall’auto) insita nel nuovo prodotto Allie lanciato da Allianz Telematics; il trattamento è semplice, oggettivo, senza testimonial / effetti speciali al punto da sembrare un video amatoriale o di cronaca. Caricato su Youtube a metà Maggio 2013 il video Allie (che ha scatenato un dibattito accesso nella rete) ha ottenuti numeri importanti in termini di brand awareness: 1 milione di visualizzazioni,  migliaia di interazioni sui vari social ( da Youtube a Facebook) fino a farlo diventare il secondo video più popolare  su Youtube (la popolarità sembra calcolata dal numero di visualizzazioni per numero di interazioni) nel mese di Maggio 2013. Nella classifica Youtube Italia , il video low cost di Allie ha battuto grandi attori pubblicitari come Sony Playstation (Exclusive Video PS4), Samsung Monitor Global (‘Buddy the Dog’) e UniCredit (‘Pettinare le bambole’).

piscina-201307


Ma quali sono gli ingredienti di marketing Virale che hanno generato questo impatto su Youtube?

1) Idea creativa coraggiosa con buona realizzazione: in inglese si dice ” Non puoi far volare un Maiale” ( “you cannot make a pig Fly”). L’idea creativa di Allie è forte e sfrutta bene l’interesse consolidato che le persone hanno per eventi di cronaca nera e incidenti. La realizzazione genera curiosità e tensione nello spettatore anche se il budget usato è modesto (n-esima conferma che si può generare viralità con budget minimi)..

2) Copywriting dei meta del video: Youtube permette di gestire i meta ( titolo e descrizione)  del video. I meta tags di ogni video di fatto sono i 2 punti di accesso che l’utente vede prima di aprire il video stesso; per questo vanno ottimizzati bene in termini di Copywriting insieme al SEO del canale youtube. Il titolo proposto di Allie, in modo astuto, attira l’attenzione e spinge al click. Il tutto sempre nel rispetto delle linee guida editoriali di Youtube / Vimeo .

3) Spinta promozionale in fase di lancio: come osservato correttamente da Viral Octopus, in fase di lancio il video è stato promozionato in modo sinergico ed intelligente sui diversi social media ( Youtube e Facebook in particolar modo) . Ciò ha generato rapidamente le prime visualizzazioni, che hanno scatenato le prime reazioni a cui ne sono seguite altre. Insomma l’agenzia pubblicitaria che lancia un video virale sulla rete dovrebbe, specialmente nei primi giorni, dargli una spinta promozionale che generi attenzione sul video. Ed a quel punto “se sono rose fioriranno“…!

Disclaimer: Allianz Telematics è un cliente Bruce Clay.
image_print

Commenti

comments

Ale Agostini

Social & Search Engine Marketing Lover. Writer for HOEPLI ("Trovare clienti con Google"), Marketing Teacher for Iulm & Sole 24 h.
  • Ludovica says:

    Articolo su Youtube molto interessante e preciso, complimenti