LinkedIn: le novità previste per il 2018

Di recente nel mondo digital una delle notizie più clamorose è stata senza dubbio l’acquisizione di LinkedIn da parte di Microsoft. Inizialmente l’azienda di Redmond è entrata abbastanza in punta di piedi, ma con il 2018 sembra che voglia spingere maggiormente, anche per giustificare l’ingente spesa sostenuta per l’acquisizione (26,2 miliardi di dollari).

Le novità non sono tantissime, ma sono sicuramente molto rilevanti. Vediamo quindi quali sono le novità che LinkedIn introdurrà nel 2018.

Contenuti Video

I Video più che mai nell’ultimo anno sono diventati centrali nelle strategie di marketing. Perché? Il motivo è facile da spiegare: le statistiche mostrano come essi siano sulla cresta dell’onda, soprattutto sui social network. Da una indagine di HubSpot risulta che ogni giorno, su Facebook, vengono viste oltre 100 milioni di ore di video, mentre su Twitter l’82% degli utenti guarda contenuti video.

fonte: HubSpot marketing-statistics

Non poteva quindi mancare all’appello il social network del lavoro, che difatti ha deciso anch’esso di puntare molto fortemente sui video. Oltre a quanto già realizzato in materia di caricamento video, le previsioni mi portano a pensare che il 2018 sarà l’anno buono per LinkedIn per introdurre i video in real-time, già ampiamente utilizzati, e con ottimi risultati, da Facebook. L’introduzione consentirebbe un ulteriore balzo in avanti nel farsi preferire dal settore business, diventando il canale di riferimento indiscusso per la trasmissione in diretta di eventi, congressi, conferenze e webinar.

Le novità di LinkedIn Job Search e Recruiting

Lato Recruiting, ha sicuramente già dato un boost importante l’introduzione nel 2017 del Talent Insight, un tool a disposizione delle aziende che consente di accedere a dati molto più ricchi e a report dettagliati sul bacino di utenza da cui attingere. In questo modo, si potrà avere una visione molto più globale e ad esempio capire se c’è un percorso di formazione che accomuna determinati professionisti.

fonte: LinkedIn Talent Blog

A livello generale, tanto sulla ricerca quanto sull’offerta di lavoro, sicuramente vedremo una spinta al miglioramento dovuta alla sempre maggiore presenza ed efficienza dell’Intelligenza Artificiale. In questo senso ci sarà con ogni probabilità un’evoluzione per quanto riguarda l’affinazione dei risultati, con l’analisi predittiva che consentirà di selezionare profili e offerte sempre più idonei alla ricerca, non solo sulla base delle competenze principali, ma anche sulla base delle competenze accessorie e trasversali e della possibile compatibilità tra persone dello stesso ambiente di lavoro. Si possono inoltre avere informazioni più specifiche, come quanto possa essere complicato riuscire ad assumere una persona individuata, o quali competenze sono più ricercate e sviluppate in una determinata area geografica o in determinate aziende.

Diventerà quindi ancora più fondamentale una corretta configurazione del proprio profilo LinkedIn. Per approfondimenti, leggi anche l’articolo come funziona LinkedIn.

Integrazione con le app di Microsoft

La novità di LinkedIn che sicuramente farà più discutere di tutte è il potenziale enorme di sviluppo che ci potranno essere a livello di integrazione e interazione tra LinkedIn e i prodotti del mondo Microsoft. Le basi sono già state gettate, con la recente introduzione dell’app di LinkedIn per Windows 10 ma, nel corso del 2018, sono attese novità ancora più rilevanti. In primis l’integrazione con Office 365, che ci consentirà ad esempio di collegare l’account di LinkedIn alle schede dei contatti in Outlook e ampliare più facilmente la propria rete di collegamenti aggiungendo i propri colleghi, clienti, fornitori e altri contatti. Attesissima è inoltre l’integrazione tra Microsoft Graph e LinkedIn Graph: verranno quindi allineati i profili di LinkedIn, Dynamics 365 for Sales e i CRM di casa Microsoft, con la possibilità ad esempio di mandare Inmail di LinkedIn direttamente da Dynamics.
In sostanza, il progetto di integrazione, definito dalla stessa azienda Microsoft Relationship Sales, promette di rivoluzionare tecniche e strategie di vendita e il modo di relazionarsi con il cliente.

 

Il 2018 per LinkedIn si presenta quindi come un ulteriore passo avanti nell’evoluzione del social Network, sebbene ancora si proceda a piccoli passi. Ma sono sicuro che il futuro riserverà ancora maggiori evoluzioni, così da poter pienamente motivare la costosa scelta di strategia fatta da Microsoft nell’investire su questa piattaforma. Se non l’hai ancora fatto, inizia a informarti su come fare carriera con LinkedIn!

Commenti

Eventi Digital

Articoli che potrebbero interessarti

> Tutti gli articoli

Aprire una Startup: La Verità che Scopri Dopo

Ultimamente sento parlare di aprire una startup come se fosse un gioco…
Continua a leggere

Aggiornamento condizioni di utilizzo LinkedIn

LinkedIn, a partire dal prossimo 8 maggio,  introdurrà una modifica alle condizioni…
Continua a leggere

L’Indice Mobile-First Google diventa operativo

L’indice Mobile-First Google si mangia il desktop Google ha annunciato che, dopo…
Continua a leggere