Filiera Linkedin

Oggi prima di incontrare un potenziale fornitore/dipendente, esiste un momento (ZMOT), in cui andiamo online (Google e Linkedin) e raccogliamo maggiori informazioni a supporto della decisione.

Linkedin, nato nel 2003, oggi vanta circa 400 Mil di membri (96 in Eu) ed è il social professionale più importante al mondo. Nel 2015 ha venduto circa 2,8 Miliardi di USD, di cui più del 50% sui servizi per le HR («Talent Solutions»).

LA GENTE COMPRA DA PERSONE CHE CONOSCE

Ecco le 4 fasi della filiera Linkedin:
lkn
1. Devi essere presente

Ricorda che il tuo profilo è il tuo biglietto da visita ed è fondamentale fare una buona impressione. Costruisci un profilo chiaro, efficace e coerente.

2. Sviluppa le tue connessioni

Interagire ti aiuta ad aumentare il numero di contatti e collegamenti incrementando il potenziale di diffusione del tuo network.

3. Dialoga con i tuoi collegamenti

Il news feed di Linkedin mostra i post dei tuoi collegamenti. Puoi consigliare i post più interessanti, condividerli aggiungendo un commento o menzionare persone del tuo network.

4. Fai Biz

Commenta, segui, condividi i post di chi conosci per rafforzare il tuo rapporto con colleghi, persone influenti, clienti attivi e possibili acquirenti.
Commenta e segui i cambi di lavoro di amici e prospect, rafforzando il tuo rapporto «digitale» anche con persone che senti poco.

Impara a controllare il tuo ISS (Social Selling Index) e misurare la tua efficacia a stabilire il tuo brand professionale, trovare le persone giuste, interagire con informazioni rilevanti e costruire relazioni grazie al mio Corso Linkedin per aziende.

Commenti

Articoli che potrebbero interessarti

> Tutti gli articoli

Amazon vuole uccidere il tuo e-commerce?

Amazon punta ad uccidere la redditività del tuo e-commerce? Mi sono posto…
Continua a leggere

Fake News: Cosa sapere per SEO e digital

Se come sosteneva Oscar Wilde “l’importante è far parlare di sé”, la…
Continua a leggere

Pubblicità su Facebook: paga l’agenzia o il cliente?

Acquistare la pubblicità su Facebook pone una questione importante per il marketing…
Continua a leggere