Double Bidding su GoogleAdwords = Mi hanno bloccato l’account Adwords

Cosa accade se diverse agenzie fanno differenti Campagne Adwords su diversi Account che puntano allo stesso sito? Semplice tutte quante renderanno molto meno del potenziale o addirittura qualcuna potrà essere bloccata!

Lavorando con grandi aziende dove all’interno ci sono N divisioni marketing con N budget, capita spesso di incappare in situazioni come quella descritta, che oltre a generare inefficienze, va in aperta violazione di una regola di Google chiamata “double bidding”. In sostanza Google impedisce agli inserzionisti di pubblicare annunci per attività identiche o simili su più account attivati da parole chiave identiche o simili che puntano allo stesso dominio/sito. Questa “doppia pubblicazione” influisce sul rendimento delle diverse Campagne Adwords che atterravano sullo stesso sito indipendentemente dalla bontà del lavoro e nei casi dove la concorrenza è alta, può portare al blocco di tutti gli account che violano la norma.
Io consiglio sempre la creazione di un account Google Adwords aziendale, gestito dall’azienda o da una agenzia SEO/Adwords di fiducia, dal quale gestire una o più Campagne AdWords dei vari reparti marketing. Così facendo avremo i seguenti vantaggi:
  • Economicità: acquisti gli spazi direttamente da Google senza intermediazioni;
  • Trasparenza: avrai accesso totale all’account;
  • Sinergia: puoi vedere le best practises e non incorri in conflitti quali il double bidding.
Insomma cari Markettari, per stare in una botte di ferro, fate un account Adwords unico a livello aziendale e coordinatevi

Commenti

Articoli che potrebbero interessarti

> Tutti gli articoli

Il Sommario Linkedin è la tua USP

Scrivere il sommario Linkedin è l'aspetto di ottimizzazione del profilo più importante…
Continua a leggere

4 Tool Gratis per la tua Attività di Web Marketing

Hai un’attività e vuoi sfruttare le potenzialità offerte dal mondo digital senza…
Continua a leggere

3 Trucchi per verificare Email sconosciuto

Spesso le Email virus tipo Wannacry arrivano da indirizzi di posta camuffati…
Continua a leggere