Cambia la SERP Google:via Copia Cache, Preview Veloce e + Tu

Cambia la SERP di Google:sparisce il link associato alla Copia Cache, cambia la Preview dei siti e compare il bottone sociale + TU in alto a sinistra. In sintesi grande enfasi a Google Plus +, si nota una ricerca di maggiore ordine, pulizia, facilità d’uso e attenzione a dove cade l’occhio; ciò a scapito della profondità dei dati a cui si può accedere.


In primis Google conferma le sue intenzioni “Social” aggiungendo in altro a sinistra il bottone + TU, per aprire ed allargare l’entrata nel social network Google Plus (ricordo che serve un proprio account Gmail).
Da quanto riportano le stime di Allen, sembra che l’enfasi data al + tu abbia portato ad un aumento di circa il 30% degli user in soli 2 giorni. il capo dello spam team di Google, Cutts, ha dichiarato che stanno ancora testando il + nei parametri dell’algoritmo: dai test che ho condotto personalmente il +1 aiuta marginalmente il ranking, a parità del resto.

La SERP è la pagina dei risultati che sono presentati dal motore di ricerca dopo una interrogazione. L’anatomia della SERP influenza il comportamento dell’utente difronte ai risultati presentati. L’immagine sotto mostra la nuova versione

Ci sono importanti cambiamenti nella SERP di Google, come confermato dal Search blog: il primis sparisce il link alla copia cache (vedi immagine) ovvero alla versione indicizzata e salvata da Google nei suoi 1.100.000 web server. Se volete continuare a vedere la copia cache ci sono almeno due modi per farlo
a) scaricare la Toolbar di Google ed in basso a destra trovate sempre il bottone CACHE
b) andare su google e digitare cache:dominio.com nel box di ricerca

Altra novità riguarda il cambio nella Preview o Anteprima dalla SERP: sparita la lente di ingrandimento (a mio parere troppo simile alla lente della ricerca nel box), ora è disponibile per tutti i risultati (SEO e PPC) attraverso il semplice mouse che si attiva nell’area contornata da >>> alla fine della riga di ciascun risultato (incluse mappe della ricerca locale). Lato SEO questo significa che non è il caso di bloccare l’accesso del crawler ai file di web design come CSS.
Lato utente tenete presente che se usate il flash in modo massivo nella parte alta della pagina, probabilmente accadrà che l’anteprima della pagina non sarà disponibile.
image_print

Commenti

comments

Ale Agostini

Social & Search Engine Marketing Lover. Writer for HOEPLI ("Trovare clienti con Google"), Marketing Teacher for Iulm & Sole 24 h.
  • floriano says:

    che schifezza!!!! dopo aver rovinato la ricerca per immagini stanno rovinando anche quella classica!!! la cache era fondamentale nelle ricerche visto che a volte la pagina veniva aggiornata dopo l’indicizzazione…

    • aleago_wp says:

      Anche Google vuole fare soldi: penso che l’intenzione sia quella di omologare il look & feel e l’anatomia dei risultati Organici / SEO (che prima avevano la CACHE) con quelli a Pagamento / PPC (che la cache non l’hanno mai avuto). Personalmente anche io sono balzato dalla sedia quando non trovavo più la copia cache sulla SERP…non ci resta che affidarci ai comandi avanzati!
      In futuro mi aspetto altre azioni in questo senso: Google,che con il PPC ha fatturato 30 miliardi di dollari nel 2010, vuole che l’utente medio non percepisca una chiara differenza tra Organico e Pagamento

  • SEO/SEM
    Newsletter

    Oltre 2000 iscritti, rispettiamo la tua privacy